19/10/14

Around the world: il mare

Riparte il nostro viaggio intorno al mondo ma ciò che ci troviamo davanti questa volta è l'immenso e imprevedibile mare.
Testo: Domenico Maggipinto


foto: Marisa Liuzzi, modella: Teresa Delfine - post produzione e illustrazione: Angela Perrini
Ci sorvolò sopra per una notte intera, ascoltando il suo respiro regolare immergersi nel buio stellato. Al mattino, quel mare le diede il buon giorno, mostrandosi placido e silenzioso come un sorriso.
Bussola planò su di esso, strofinando appena la propria pelle su quel corpo immenso e sinuoso. Continuò a volarci sopra come una libellula, colorando con la propria danza, il buon giorno dell’oceano.


Poi il mare gli sussurrò qualcosa nell’orecchio. Bussola si fermò e prestò attenzione.
“Tu voli sulla mia pelle e mi accarezzi con un’amante. Ma sai, tutto il mondo che ho sulle mie onde, non è nemmeno paragonabile agli abissi misteriosi che porto dentro. Se tu vuoi, potrò accompagnarti dentro le meraviglie del mio castello azzurro”
Bussola esultò di gioia e si tuffò ad abbracciare il suo amante marino.
foto sinistra: Marisa Liuzzi -  foto destra: Alessandro Gottardo

L’Oceano preparò per lei una grossa bolla dentro cui la custodì come in una carrozza subacquea e la trasportò per ogni angolo del suo regno, ad ammirare i castelli di corallo, regnati da cavallucci marini che cavalcavano lungo terre illuminate da stelle marine.
Poi vide sale da ballo dove al posto dei passi c’erano infiniti tentacoli eleganti, lunghe fila di pesci dai mille colori, che disegnavano per lei paesaggi da sogno e infine, dopo aver viaggiato per mille regni e mille mari, arrivò al cospetto dei grandi signori del mare. 
Bussola che dalla sua bolla aveva ormai visto ogni meraviglia, non poteva mai immaginare, che ci fosse lì sotto, qualcosa che potesse ancora farla emozionare. 
Lungo la distesa degli abissi le grandi balene si esibirono per lei nella danza dell’amore: delicata e maestosa come solo l’amore sa essere. Quegli enormi corpi capaci di smuovere maree e tempeste con un solo tuffo, adesso si muovevano equilibrate e leggere per lei.
La più bianca delle balene si fece largo, fino ad arrivare ai piedi della bolla, e con un lieve salto, la prese su di sé e la riportò a galla.

foto sinistra: Rush Asawa- foto centro: Marisa Liuzzi- foto destra: http://modernica.net/
Sotto la luce solare di un giornata di luglio, la balena bianca spiccò il volo oltre la schiuma del mare. La bolla esplose e Bussola fu portata via dal vento leggero che spirava su quel manto incantato.Il leviatano le diede addio con un tuffo meraviglioso, i guizzi d’acqua che risalivano al suo passaggio presero i colori dell’arcobaleno.
Sotto di lei una colonna di delfini apriva la strada, come un lunga fila di cavalli al trotto del suo leggero calesse. Bussola ancora una volta si lasciò guidare verso l’orizzonte azzurro 
#AroundTheWorld




Nessun commento:

info dettagli e domande

se hai domande da pormi di qualsiasi tipo (informazioni, curiosità, dettagli o altro) o se vorresti delle creazioni particolari e personalizzate (per colori, materiali, modello, ecc) non esitare a contattarmi via mail o su facebook...sarò felice di conoscerti e creare con te! ricorda inoltre che molte creazioni sono pezzi unici (o quasi...a seconda della disponibilità del materiale al momento) quindi se sei interessata/o a qualcosa affrettati!!